Gian Luigi Orsolani

Presidente Enoteca Regionale dei Vini della Provincia di Torino

per #LeManideiMaestri

NOME:  Gian Luigi Orsolani
ANNI: 50
SEGNO ZODIACALE: scorpione
ATTIVITA’: Enoteca Regionale dei Vini della Provincia di Torino
RUOLO: Presidente
DA QUANTI ANNI FA QUESTO LAVORO: 2 anni
SI DESCRIVA CON MASSIMO TRE AGGETTIVI: pragmatico, appassionato, ottimista
IL SUO PUNTO DI FORZA: essere motivato
IL SUO PUNTO DEBOLE: impulsivo
DESCRIVA IL SUO ENTE CON MASSIMO 3 AGGETTIVI: utile, inclusiva, promozionale
IL PUNTO DI FORZA DEL SUO ENTE: Rete di relazioni
IL PUNTO DEBOLE DEL SUO ENTE: Poche risorse economiche
IL SUO PRODOTTO MIGLIORE: Il vino della Provincia di Torino
IL PRODOTTO CHE AVREBBE VOLUTO INVENTARE O PENSARE: il modo giusto per far amare i vini della Provincia di Torino
HA LA MACCHINA DEL TEMPO E PUO’ TORNARE INDIETRO NEGLI ANNI.  COSA FAREBBE CHE NON HA FATTO, O COSA NON FAREBBE CHE HA FATTO, E PERCHE’:  Sono troppo giovane di lavoro
TENACIA, CURIOSITA’, FORTUNA. QUANTO SONO STATI E SONO TUTTORA IMPORTANTI NEL SUO LAVORO: sono necessari e solitamente collegati
QUAL E’IL PIU’ BEL COMPLIMENTO CHE HANNO FATTO AI SUOI PRODOTTI: grazie per avermi fatto conoscere dei vini così buoni
IL PRODOTTO O L’OGGETTO CHE PIU’ LA RAPPRESENTA: un grappolo d’uva erbaluce
IL PRODOTTO O L’OGGETTO CHE MEGLIO RAPPRESENTA LA SUA AZIENDA: il corner realizzato da Giugiaro di Italdesign
QUALE MESSAGGIO VORREBBE ARRIVASSE AL CONSUMATORE: bevi con curiosità, le banalità sono per gli altri
DESCRIVA LA SUA AZIENDA IN MASSIMO 10 RIGHE:  l’Enoteca Regionale che mira alla promozione dei vini della provincia di Torino è costituita da diversi enti quali: la Regione Piemonte, la Città Metropolitana la C.C.I.A.A. Torino, le città di Caluso Chieri Bricherasio Carema e Chiomonte, i 4 Consorzi dei produttori dei vini della Provincia di Torino e circa 50 Cantine vinicole associate, una grande squadra per valorizzare i nostri vini

Questa “intervista” rientra nel progetto
 #LeManideiMaestri, ideata al fine di valorissare il progetto Maestri dei Gusto di Torino e provincia nato nel 2002 per volere della Camera di commercio di Torino con l’obiettivo di selezionare e promuovere le eccellenze eno-gastronomiche torinesi. Alla base del lavoro di identificazione e valutazione dei Maestri, tre distinti soggetti: la Camera di commercio di Torino, che segnala i produttori più rappresentativi del gusto torinese, Slow Food che valuta il gusto e la tipicità dei prodotti e il Laboratorio Chimico camerale, che si occupa di analisi e valutazione degli aspetti igienico-sanitari. Dai primi 50 Maestri del 2002, il progetto, a cadenza biennale, è cresciuto nel tempo, sia nei numeri sia nelle occasioni di promozione: degustazioni, partecipazione a eventi e fiere in Italia e all’estero, opportunità di marketing e co-marketing tra Maestri stessi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *