Francesca Poggio

Delegata per il Piemonte dell’Associazione Le Donne del Vino

Francesca PoggioFrancesca Poggio è una donna “diretta, pratica, spontanea“, come lei ama definirsi, che ti guarda dritta negli occhi e viene subito al dunque.
Titolare della tenuta Il Poggio di Gavi, Francesca racconta che “il vino è sempre stato presente nella sua vita, ma mai in prima persona. Negli ultimi dieci anni invece è diventato predominante, e ogni giorno lo diventa sempre più”. Un amore per la terra, profondo e incondizionato, che traspare dalla passione con cui, orgogliosissima, afferma “il vino è vita”.

Il rapporto con il cibo è altrettanto sensuale, per Francesca “il cibo è piacere, non l’ho mai considerato come semplice nutrimento, che serve solo al sostentamento del corpo”. Golosissima di dolci, ride di gusto quando mi racconta il suo primo ricordo con il cibo: “avrò avuto 7 o 8 anni, e ai miei genitori avevano regalato una confezione di cuneesi. Erano buonissimi e io ne ho mangiati parecchi, di nascosto. Non ho fatto indigestione ma mi sono ubriacata con il liquore dei cioccolatini!”.

Francesca adora cucinare – anche se non ha tanto tempo – e ricevere gli amici a casa, “in questo modo dai loro di più, cucini per loro e gli dedichi del tempo. Il mio cavallo di battaglia? La mousse al cioccolato”. Simpatica e ironica, quando le chiedo “Francesca, se fossi un piatto, cosa saresti?” mi risponde senza battere ciglio “uno stinco, perchè ho tanta polpa intorno all’osso”. Il suo piatto preferito negli ultimi anni è il coniglio alla genovese con pinoli e olive  – “le mie origini liguri vengono fuorisempre e comunque” – e, quando le chiedo quale sia il piatto della sua memoria, felice mi risponde “la torta pasqualina!”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *